Ultimi articoli

Architettura
28 Luglio 2023
| unfolding

Panorama XIX l'Ottocento a Roma tutto in una stanza al GNAM

Arte
4 Luglio 2023
| unfolding

il matamorfico Picasso arte e politica

Architettura
6 Giugno 2023
| unfolding

Senza barriere ne limitazioni, solo la grande bellezza

Arte
18 Aprile 2023
| unfolding

Vortici in cui la felicità è invitata a ritrovarsi

Arte
20 Marzo 2023
| unfolding

Infinity una mostra collettiva per un unico autore

Arte
7 Marzo 2023
| unfolding

La storia della prima direttrice di un museo italiano

Mostre & Eventi

19 Maggio 2023
  -  31 Maggio 2023
Milano
fotografie inedite con stratificazione di messaggi e di speranze
Leggi tutto
21 Aprile 2023
  -  3 Maggio 2023
via del Corso
Questa mostra in un luogo atipico, lontano dalle gallerie o spazi espositivi è qualcosa di diverso, ha un linguaggio visivo distintivo. Racchiude in pochi segni l’idea di realtà dell’artista. È elegante, suadente, decisa semplice. Semplice come una linea continua minimale, una linea sottile che ci inviti a seguirla e a scoprirne la genesi. Questa linea narra la storia di Anna fatta di moda, di movimento di equilibrio. Racconta di visi, di donne svelandone man mano il carattere e restituendone man mano la sensazione volumetrica della forma. La linea è un linguaggio puro capace di arrivare all’essenza delle cose A questa linea, che nella realtà non esiste, ma che ne è simbolo di astrazione, è accostata dall’oro potenziando così il messaggio di sublime e irrorandolo di luce per un misticismo elegante. L’oro usato come luce e non come colore E’ Il racconto seducente di una sintesi non formale che diventa una vera e propria unione sentimentale che esalta il carattere stilistico di Anna creando armonia tra la campitura piatta della foglia d’oro si interseca con la linea nera dallo spessore modulato. Gold & line come il titolo della collezione esposta In mostra 2 pezzi diversi che ho chiesto ad Anna di Riportare e facevano parte della collezione passata, THE JACKET in realtà era 1 ma Anna ha giustamente deciso di completarlo creando il suo opposto, la versione nera di The Jacket il negativo un’opera molto pop, un atto di denuncia contro la guerra con l’eleganza che contraddistingue lo stile di Anna
Leggi tutto
23 Marzo 2023
  -  6 Aprile 2023
Milano
Streetartist
Leggi tutto
17 Febbraio 2023
  -  28 Febbraio 2023
via del Corso
La community di Link& Co che apre le sue porte all’arte. in questa magnifica location nel centro di Roma In questo luogo incantevole tra gli arredi di Seletti Toiletpaper di Maurizio Cattelan tra piante tropicali e una macchina che unisce la tecnologia cinese e il rigore minimalista svedese vorrei presentarvi un grande artista. Massimo Pennacchini l’ho conosciuto artisticamente alcuni anni fa e mi colpì subito la naturalezza delle sue immagini, all’ora era il tango l’argomento delle sue tele, come un Jack Vettriano dipingeva la seduzione, la spontaneità, il fascino di un movimento suadente. Oggi si propone. Cambiando radicalmente genere, tecnica e messaggio, ha mantenuto la forza espressiva e il talento che lo contraddistingue. Massimo Pennacchini è proprio l’Artista con la A maiuscola, sperimentatore, curioso, appassionato. In mostra oggi presentiamo Idoli. Sono Miti, personaggi del passato che vengono dall’artista riproposti in chiave nuova, in chiave pop. L’artista rende riconoscibili le statue celebrative ma quello che vediamo è moderno, accattivante, immediato. A questi personaggi si ha ammirazione si attribuiscono poteri divini e Pennacchini li veste di nuovo, riveste il freddo bianco del marmo con una tessitura colorata ricavata da ingrandimenti dei suoi quadri Come Andy Warhol altera, riproduce ripropone immagini che diventano icona nell’icona Vi è armonia, rigore formale, equilibri perfetti, rimodella le forme trasformando la superficie inerme in materiale prezioso. Usa supporti quali alluminio e plexiglass per dare modernità e una nuova lucentezza. A stampa finita riprende le opere e interviene con nuove “vibrazioni” tocchi di colore che escono dall’iconica scultura già impreziosita con dell’arte di Pennacchini, I tocchi violenti e sapienti rendono uniche le opere, diverse una dall’altra per la forza e passione. Pennacchini gioca con le carte proponendole con un supporto di plexiglass, questo vetro acrilico più trasparente del vetro, più duttile e maneggevole, diventa un divertente opera d’arte scanzonata e irriverente gioca con i re, le regine e il joker in veste nuova joker teschio come i messicani ritengono portatore di una nuova vita. Per questa speciale inaugurazione abbiamo portato una chicca: un “colpo di fulmine” una statuetta, prototipi per oggetti in edizione limitata, fusione di un cuore e una saetta aspettano le vostre prenotazioni. Realizzati in resina sono gioiosi e preziosi. Impossibili da non amare. Vi invitiamo a perdervi nelle tele dell’artista e nelle opere tridimensionali in un caleidoscopio di colori e sensazioni, ringraziamo Lynk&Co che ha curato il sottofondo musicale e tutto il drink and food. e che anche questa volta ci accoglie in un prezioso salotto
Leggi tutto
18 Novembre 2022
via del Corso
Una party all’insegna dell’arte. Questa location in una delle vie più prestigiose di Roma, è il biglietto da visita di cos’è Lynk& co, del suo modo di fare business aprendo a realtà diverse e creando aggregazione e comunità che possano condividere pensieri e affinità ecologiche, sociali e artistiche. L’arte è sempre stato un ottimo strumento per esaltare sensibilità e inclinazioni. Valentina Mori con le sue splendide opere materiche, si fonde nel luogo, In questo luogo non siamo solo a Roma né solo in Italia ma arriviamo nelle maggiori città europee. L’arte non parla una sola lingua ma tante, proprio perché non è la parola che serve alla comprensione, ma solo lasciarsi alle emozioni. Valentina porta la sua magia artistica con le sue Lune Queste prendono vita portandoci in una realtà di sogno e di eleganza. Lune che racchiudono in sé il profumo di posti lontani, che hanno mari in tempesta nel loro interno e increspature affascinanti e pericolose, sono giochi di sabbie e di conchiglie sbriciolate. Sono cerchi perfetti senza inizio e senza fine in cui l’unica cosa che conta è il viaggio. cerchio come ruota della vita, principio di eternità, cerchio per perdersi e ritrovarsi. Valentina e la Luna sono una cosa sola, il suo nome parte dalla luna, dalla prima donna astronauta, viene definita da Sergio Zavoli Rabdomante, per le sue vive vibrazioni, segni di un ordine mai concluso, apprezzata da Sgarbi e presente nella Fondazione Terzo Pilastro, prestigiosa collezione voluta dal p professore Emanuele Emanueli, La Luna Blu Klein di Valentina è in mostra accanto a Fontana, Burri e altri pilastri del contemporaneo. In mostra oggi lune colorate, rosso come il fuoco e la passione, turchese come il mare tropicale, argento e oro per quel tocco glamour che la contraddistingue. nell’altra sala in mostra LE CREPE tagli in rilievo, suture, metafore del dolore ma anche di pelle che si rimargina generando nuova vita. #lune#arte#artecontemporanea#artematerica#exibition#artoarty#
Leggi tutto
24 Ottobre 2022
  -  29 Novembre 2022
Faccio Parte del 61 curatori accreditati alla manifestazione
Leggi tutto